Per Ivan Illich

Benito D'Ippolito

"Vivere? Vivere come? chiese la voce dell'anima"
(Lev Tolstoj, La morte di Ivan Il'ic)

Giace Ivan Illich, mondo come invecchi
e muori foglia a foglia, stella a stella
ti estingui e questo estinguersi Ŕ la vita.

Ma questa vita pure Ŕ luminosa
di stelle, foglie, vento dalle mille
e mille voci, e in questo vento tratti

noi siamo, in scaglie di esso consistiamo.
E insieme siamo questa unica impresa
dell'umanitÓ intera: la tenace
azione che giustifica e che salva
il mondo, e che chiamiamo
con la parola tenera di pace.

E non e' morto allora Ivan Illich
dite piuttosto: Illich Ŕ vissuto
e nell'umanitÓ non morirÓ.

Alla tua tomba questo reco grano
di pia memoria, d'ima gratitudine.